Combinazione intelligente tra uomo e tecnologia

  • Foto SEW

    L'operatore come “architetto della creazione del valore aggiunto”

Industria 4.0 Lean

L’Industria 4.0 sta cambiando il ruolo degli esseri umani all’interno dei processi. Nascono nuovi ambiti di lavoro nei quali confluiscono i processi produttivi. In futuro, uomo e robot lavoreranno a braccetto: la loro cooperazione diventerà, infatti, sempre più stretta e formeranno sempre più un vero e proprio team.

L'Industria 4.0 è da molti anni un imperativo per la Germania. Nell'ambito di questo nuovo orientamento industriale, si stanno facendo sempre più insistenti le realtà che ora richiedono, al di là delle dichiarazioni politiche e delle definizioni, soprattutto la prova della praticabilità e l'attuazione delle visioni in scenari di produzione reali e vantaggiosi. Al tempo stesso è richiesta una maggiore concentrazione sulle persone nell'Industria 4.0.

Entrambi gli aspetti possono essere integrati applicando all'interazione tra uomo e macchina concetti pratici e orientati al valore di un'Industria 4.0 “Lean”.

Per un maggiore supporto alle persone, l'ordine è gestito dalla fabbrica in maniera autonoma. L'operatore in loco può anche concentrarsi a pieno sui propri compiti, mentre l' “architetto” della creazione del valore aggiunto deve avere una visione generale del suo settore.

L'ordine diventa intelligente e unisce i contenuti relativi a montaggio, produzione e logistica e conosce tutte le opzioni di produzione di un prodotto. Riproduce virtualmente lo stato di progettazione del prodotto e, qualora necessario, controlla le istruzioni di lavoro specifiche del prodotto.

Inoltre, l'ordine intelligente controlla la disponibilità delle risorse per le successive fasi di lavorazione e trasmette quindi la posizione e l'attività da svolgere ai partecipanti al processo. Il processo completo dell'ordine, inclusi i feedback delle fasi di lavoro, risulta visibile come in una chat.

Molto più di una nuova tecnologia: una nuova produzione con al centro le persone

Foto SEW

Una cosa particolarmente importante è: la tecnologia non è fine a se stessa, ma solo una base per l'Industria 4.0. In futuro, il mondo reale e quello virtuale saranno fusi insieme e collegati tra loro in modo integrale. Ciò consentirà nuove forme di produzione e di collaborazione.

La novità prevista da questo nuovo concetto è che non solo le macchine e i sistemi integrati comunicano tra loro, ma, ai fini dell’Industria 4.0, tutti i sistemi sono collegati tra loro in modo intelligente e si scambiano informazioni praticamente in tempo reale sui prodotti da lavorare (e anche sulle persone)

In un'“Industria 4.0 Lean” i “nuovi” concetti dell'Industria 4.0 sono combinati con i principi consolidati del Lean Management e consentono, quindi, una nuova collaborazione tra uomo, macchina e prodotti, con al centro l'essere umano e la sua creazione del valore aggiunto.

E cosa succede quando si progettano in modo così completo le nuove modalità di produzione e la fabbrica del futuro? Molte cose cambiano, ma non tutto. Come in passato, anche in futuro un'azienda avrà bisogno di processi stabili. Infatti, gli approcci dell'Industria 4.0 risultano realizzabili solo se viene raggiunta l'automazione senza errori e senza guasti in tutti i processi e attraverso un'elevata disponibilità.

Le imprese, in questo caso, devono fare i compiti a casa. Per via delle varie dipendenze che si verificano nella fabbrica collegata in rete, questo è un compito difficile. È pertanto fondamentale consolidare la creazione del valore aggiunto dei pilastri fondamentali della fabbrica, l'orientamento dei flussi di lavoro a valore aggiunto, con un funzionamento senza guasti né errori, nonché una gestione efficiente, arricchendo tutto ciò con soluzioni di automazione intelligenti. La sfida qui è quella di combinare uomo, tecnologia e IT nel processo lavorativo in modo intelligente, così da garantire una creazione ottimale del valore aggiunto.

Che cosa significa questo per l’uomo e il lavoro 4.0?

Questi scenari di Industria 4.0, che mettono l'uomo al centro, rappresentano un miglioramento qualitativo per l'operatore:

  • L'assistente all'assemblaggio mobile diventa un Cyber Phisical System e rileva tutte le informazioni riguardo agli ordini e alle lavorazioni
  • L'operatore è supportato nell'esecuzione delle sue attività o gli vengono trasmesse informazioni importanti (Augmented Reality)
  • L'operatore si evolve da semplice assemblatore a supervisore e regolatore di elementi di produzione interconnessi
  • I nuovi sistemi di assistenza su base IT promuovono la creatività e migliorano le capacità di apprendimento
  • Il flusso di lavoro è in relazione alle prestazioni e alla capacità di sviluppo, nonché funzionale al benessere e ala salute dei lavoratori

Nuova collaborazione tra uomo e macchina

Foto SEW

L'uomo e il robot lavorano insieme, la loro cooperazione diventa, infatti, sempre più stretta per formare sempre più un vero e proprio team. Per questa collaborazione tra uomo e robot, grazie ai comandi a gesti, nascono scenari completamente nuovi di guida intuitiva da parte dell'operatore. In base alla situazione, l'uomo può modificare con semplici gesti l'andamento di un processo.

In questo modo, la programmazione del robot può essere influenzata dal semplice comando a gesti, con un tocco, una pressione o un movimento. L'operatore può richiedere determinati componenti che il robot è in grado di recuperare da vari magazzini, Così, nella collaborazione tra uomo e robot, i compiti possono essere suddivisi tra i due in maniera intelligente, con l'uomo che si fa carico di quei compiti che richiedono capacità cognitive e creative.

Il robot può, ad esempio, fornire all'operatore in fabbrica prodotti orientati in diverse direzioni, con una ergonomia ottimale. I sistemi di assistenza mobile possono essere controllati con il comando a gesti senza contatto e supportano l'operatore direttamente nel suo ambiente di lavoro.

Manager della Smart Factory Unit come architetto della creazione del valore aggiunto: un compito impegnativo dal punto di vista cogn

  • Controllo della fabbrica decentralizzato e orientato ai risultati
  • Pianificazione dettagliata delle sequenze di produzione giornaliere
  • Utilizzo flessibile delle risorse e orientato ai risultati
  • Collaborazione rivolta alla produzione e alle esigenze di produzione del cliente
  • Prestazioni e risultati trasparenti in tempo reale
  • Libertà di decisione imprenditoriale
  • Simulazione degli ordini con proiezioni nel futuro
  • Azioni anziché reazioni
Foto SEW

Modulo di contatto

Per mettersi in contatto con noi, compili il modulo. La contatteremo il più presto possibile.

Contattateci
Per saperne di più

Brochure

Industria 4.0 - La nostra vision della Lean Sm@rt Factory

Visitato per ultimo