Modulo di contatto Sedi mondiali

Monoblocco “All in one unit” di Geo Project Industries: tecnologia ed esperienza al servizio dell'innovazione, grazie a una nuova soluzione flessibile e dalle massime perfomance

  • Foto SEW

    Soluzione ancora più flessibile e dalle massime performance

Dalla partnership tra GPI Group & SEW-EURODRIVE arriva il nuovo monoblocco “All in one unit”

Soluzione flessibile ed affidabile in grado di conformarsi velocemente ai repentini cambi di mercato ? Ora è possibile grazie al monoblocco "All in one unit": soluzione che consente di inclinare o mantenere orizzontale il trasportatore delle scatole e quindi di poter riempirlo con tutte le tipologie di confezioni, orizzontalmente (in soluzione multi strato) e verticalmente (in singola/doppia/tripla fila).

Il progetto in sintesi

Geo Project Industries (GPI Group) è azienda italiana, con headquarter a Galliera Veneta, nata dalla passione per l’innovazione e da un consolidato know-how di un team esperto di ingegneri, che progetta e realizza sistemi automatici ed impianti completi nel settore dell’automazione industriale (ad esempio, astucciatrici, formatrici, unità di chiusura, coperchiatrici, unità di carico dall’alto, wrap–around, monoblocchi, palettizzatori, ecc.).

La dedizione per il lavoro, unita alla continua volontà di ricerca, ha permesso a GPI Group di distinguersi dai numerosi competitors e di essere oggigiorno riconosciuta come leader sul mercato nazionale e internazionale nell’imballaggio secondario del settore food.

GPI Group è, infatti, fortemente apprezzata come partner competente e affidabile, in grado di fornire prodotti e soluzioni tecniche a 360°, cuciti su misura in base alle specifiche esigenze del cliente. Inoltre, la complessità delle problematiche affrontate e risolte nel corso degli anni, costituisce il “banco di prova” su cui si basa l’esperienza e la continua ricerca di un miglioramento da parte di ogni compartimento aziendale.

La filosofia di GPI Group si struttura su tre pilastri principali:

  • orientamento al cliente, grazie al know-how finalizzato al proporre al cliente soluzioni altamente personalizzate per incontrare e soddisfare le esigenze produttive;
  • assistenza al cliente, con un ufficio service multilingue attivo tutti i giorni e pronto a fornire risposte tempestive. Il supporto al cliente è garantito anche dall’utilizzo di sistemi innovativi di tele diagnosi e di portali web per la richiesta dei ricambi; oltre alla documentazione in lingua fornita;
  • innovazione continua, che da sempre costituisce il cuore di GPI Group, per poter essere al passo con l’evoluzione degli imballaggi, che necessitano uno studio rapido e costante per poter manipolare in maniera sicura le più svariate tipologie di packaging.
Monoblocco “All in one unit”
Monoblocco “All in one unit”
  • End User: importante azienda del settore food
  • Soluzione: taglierina

GPI Group, fin dalla sua nascita, ha desiderato portare innovazione nel settore dell’industria adottando un approccio mirato a sviluppare costantemente nuovo know-how, senza però focalizzarsi mai sul mero sviluppo di macchine: l’azienda ha infatti deciso di fondare la propria visione su sistemi automatici ed impianti completi per l’imballaggio secondario del settore food. Mediante questo approccio integrato l’azienda riesce a garantire agli utilizzatori finali una notevole riduzione di costi, grazie non solo all’ottimizzazione dei componenti, ma anche alla gestione sincronizzata, alla massimizzazione degli spazi e alla riduzione dello staff impiegato.

Grazie alla partnership con SEW-EURODRIVE, GPI Group è riuscita a proporsi come interlocutore unico nella realizzazione di MIRP-V-SC, un monoblocco “All in one unit”. L’esigenza del cliente finale (una importante azienda del settore food) prevedeva la progettazione e la costruzione di una soluzione capace di adattarsi alle attuali esigenze del mercato, ovvero una macchina che fosse in grado di essere estremamente flessibile per conformarsi ai repentini cambi di mercato. Più precisamente l‘obiettivo finale era quello di dare una maggiore visibilità al prodotto presente a scaffale, poiché la clientela aspira a poter far vedere il proprio prodotto in una scatola display che consenta, non solo di posizionarlo correttamente, ma anche di renderlo più visibile per catturare l’attenzione del cliente che dovrà poi fare l’acquisto finale.

GPI-Soluzione speciale di incartonamento
GPI-Soluzione speciale di incartonamento

Caricamento del video in corso...

GPI-Soluzione speciale di incartonamento

In generale, il funzionamento della macchina, come si può vedere nel video, prevede i seguenti step:

  • formazione del cartone dalla fustella piana: il cartone viene piegato e incollato con colla a caldo e depositato su un trasportatore a nastro;
  • posizionamento del cartone vuoto: il cartone viene successivamente sollevato e inserito su un altro nastro trasportatore che trattiene lateralmente le scatole al fine di mantenerle in perfetta posizione durante le successive fasi di lavorazione;
  • riempimento: tramite due robot picker gestiti da un sistema di visione, viene prelevato il prodotto dal nastro e depositato in verticale o in orizzontale dentro il cartone;
  • chiusura: mediante un robot antropomorfo la scatola viene chiusa con la colla a caldo e posizionata su un ultimo nastro trasportatore diretto verso la zona di pallettizzazione

Il Monoblocco “All in one unit” gestisce differenti tipologie di sacchetti: doppio fondo quadro, fondo quadro, cuscino. Inoltre la sua versatilità a 360° consente di inclinare o mantenere orizzontale il trasportatore delle scatole e quindi di poter riempirlo con tutte le tipologie di confezioni, orizzontalmente (in soluzione multi strato) e verticalmente (in singola/doppia/tripla fila).

La nostra soluzione

Inverter MOVIDRIVE®
Inverter MOVIDRIVE®

In linea con la filosofia di ricerca e innovazione continua che ben rappresenta e contraddistingue lo spirito dell’azienda, SEW-EURODRIVE ha supportato GPI Group fornendo oltre ai classici motoriduttori Sew anche gli azionamenti di nuova generazione MOVI-C® e i controller UHX che hanno permesso di ottenere tutta una serie di vantaggi: massima flessibilità attraverso l’accesso ai parametri di movimento per ogni singolo segmento, l’impiego ed elaborazione di ogni oggetto messo in movimento, ed infine, la sincronizzazione di più robot su un nastro trasportatore.

Tuttavia l’elemento innovativo è rappresentato dall’utilizzo della nuova interfaccia digitale MOVILINK® DDI con tecnologia a cavo ibrido plug-in: un’interfaccia dati completamente connettorata che racchiude più “anime” in una soluzione compatta, efficiente e flessibile.

“L’utilizzo di MOVILINK DDI – afferma L.B., R&D Manager programmatore presso GPI Group- ha rappresentato la soluzione migliore per consentirci di fare un ulteriore passo verso il raggiungimento dell’Industria 4.0, poiché il collegamento del cavo ibrido al modulo di potenza ci permette il riutilizzo dell’energia generata dal motore, riducendo notevolmente i consumi elettrici”.

I vantaggi offerti da questo innovativo strumento sono innumerevoli e riguardano sia l’aspetto prettamente operativo – dal ridimensionamento del cablaggio e dell’impianto, alla riduzione delle tempistiche per la messa in opera del macchinario – sia il lato più tecnologico. Il motore, infatti, diventa un vero e proprio nodo digitale, essenziale per una veloce trasmissione dei dati e per un’immediata interconnessione elettronica della singola parte all’intero sistema centrale. La soluzione inoltre connette l’azionamento al motoriduttore, consentendo in questo modo di inviare informazioni precise e immediate all’apparato centrale, monitorando costantemente il funzionamento del macchinario e riducendo così gli interventi di manutenzione e un possibile fermo impianto. Le principali funzioni in capo a MOVILINK® DDI sono molteplici: oggi grazie a questo unico cavo GPI Group può controllare un encoder, azionare e arrestare un freno, attivare operazioni di auto-function – legate, ad esempio, all’auto-startup, alla diagnosi o all’identificazione di una targhetta digitale di un motore – e, infine, leggere i sensori (ad esempio vibrazionali, di temperatura motore o di verifica dell’olio) installati a bordo dell’azionamento elettromeccanico.

Vantaggi

  • Maggiore flessibilità e affidabilità
  • Precisione ma nel contempo elevata versatilità

“Il connubio perfetto tra lo studio progettuale dello staff GPI Group – affermano Marco Pannunzi e Matteo Montagner, rispettivamente Industry Consultant Consumer Goods e Sales Consultant di SEW-EURODRIVE Italia – e la competenza dei collaboratori di SEW-EURODRIVE ha assicurato la completa integrazione della macchina realizzata, garantendo prestazioni elevate, efficienza, flessibilità e affidabilità”.

Foto SEW

R&D Manager programmatore di GPI Group

“Sono molto soddisfatto dei risultati ottenuti dalla collaborazione con SEW-EURODRIVE. Il gruppo SEW ha conquistato la nostra fiducia e stima, garantendoci sempre affidabilità e assistenza 24h su 24h. I loro prodotti, inoltre, si distinguono dai concorrenti per tre principali motivi: elevate performance, efficienza, semplicità e velocità durante la fase di avviamento. Inoltre, gli importanti risultati tecnologici raggiunti sono frutto della fiduciosa cooperazione tra i due team, dallo sviluppo da parte di SEW di nuove soluzioni al collaudo interno in GPI.”

Contatto
Contattateci

Siamo a vostra disposizione!

Avete una domanda specifica e desiderate il nostro parere? Inviateci un messaggio con le vostre domande.

Contattateci ora
Ebook

È davvero così importante passare a una fabbrica connessa in rete?

La produzione alimentare 4.0 impone l’evoluzione verso Smart Factory in cui tutte le aree comunicano digitalmente tra loro.

Scarica l'Ebook!

Visitato per ultimo